La lesione del Legamento Crociato Anteriore

La lesione del LCA

 

Il ginocchio è l’articolazione più compless0 del nostro corpo.Il suo corretto funzionamento dipende da quattro legamenti primari :due che si trovano ai lati del ginocchio, ovvero il legamento collaterale mediale (LCM) e il legamento collaterale laterale (LCL) e due che si incrociano al centro del ginocchio, quali, legamento crociato anteriore (LCA) e legamento crociato posteriore (LCP).a coadiuvare la funzione dei legamenti come stabilizzatori delle rotazioni e delle translazioni del ginocchio ci sono anche due menischi. mediale e laterale che si comportano come veri cuscinetti all’interno dell’articolazione

Il legamento crociato anteriore e posteriore  hanno la funzione di stabilizzazione anteriore e posteriore dell’articolazione e  di controllo delle rotazioni sia interne che esterne, mantenendo sempre a contatto le superfici articolari ed evitando biomeccanicamente fenomeni di torsione-distorsione ed eventuale lussazione(transazione) nei tre gradi di movimento dell’articolazione femore-tibiale

 Vista anche la sua anatomia  e biomeccanica molto complessa e particolare, il ginocchio è spesso esposto  a distorsioni e lussazioni.

Come ce ne accorgiamo di una rottura del legamento Crociato Anteriore?

 

Una lesione al legamento crociato anteriore è dovuta quasi sempre da un movimento improvviso come, un repentino cambio di direzione o una brusca decelerazione e quindi a tutti quegli eventi che portano il ginocchio in un momento di rotazione sotto carico

Queste lesioni sono accompagnate da dolore, gonfiore quasi immediato e dopo un pò di tempo a sensazione di cedimento articolare.

Questi disagi causati da una lesione    LCA portano le persone infortunate verso una visita specialistica di un ortopedico.

L’ortopedico attraverso vari test clinici , risonanze magnetiche  o semplici radiografie, riesce ad individuare quali legamenti sono coinvolti nel trauma e quali cure adottare per permettere al paziente di tornare in condizioni ottimali.

Trattamento delle lesione del legamento crociato anteriore

Ovviamente sono molti i fattori da considerare per adottare il trattamento più opportuno, un giovane, ad esempio, con rottura di LCA che vuole ritornare a correre e fare sport dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico. Un paziente meno giovane, invece, senza lesioni associate è molto meno probabile che si debba ricorrere alla chirurgia.

Nel caso dell’intervento chirurgico, le tecniche più attuali per una ricostruzione LCA vedono la rimozione dei residui del legamento leso che,  successivamente viene sostituito con un tendine dello stesso paziente o da trapianto di donatore o in alcuni casi in sportivi con maggiori richieste funzionali con il prelievo di una piccola parte del tendine rotuleo; l’intervento viene effettuato in artroscopia ed ha la durata media di circa 1 ora ; questa metodica mini invasiva ci permette di valutare la presenza o meno di lesioni capsulo-legamentose associate 

La riabilitazione posto-operatoria  è parte integrante per la buona riuscita dell’intervento, infatti, nelle prime ore successive all’intervento  il paziente verrà seguito da vari specialisti  quali , fisiatri e fisioterapista  che monitorano la tenuta meccanica del ginocchio che con protocolli riabilitativi (fatti singolarmente per ogni paziente) puntano al recupero definitivo del paziente.

Come detto in precedenza in alcuni casi gli specialisti valutano la possibilità di guarigione senza intervenire chirurgicamente, in quel caso, i pazienti vengono sottoposti periodicamente a cicli di fisioterapia in modo da mantenere ottimali le proprie condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota Visita